PARCHI NATURALI di Vejer de la Frontera

Alloggio

Alloggio

Destinazionehttps://vejer.costasur.com/it/index.html

Destinazione

Ti offriamo la piú completa guida turistica della tua destinazione, sei venuto nel posto giusto...

Autobushttps://vejer.costasur.com/it/orari-autobus.html

Autobus

NO HAY RESULTADOS
NO HAY RESULTADOS

Autohttps://vejer.costasur.com/it/autonoleggio.html

Auto

Dimostrato: noleggiare un'auto non é caro. Scopri quanto poco ti costerá spostarti a tuo piacimento durante le vacanze con Costasur.

Noleggiare

Trenihttp://trenes.rumbo.es/msr/route/searching.do

Treni

NO HAY RESULTADOS
NO HAY RESULTADOS

Volihttp://vuelos.rumbo.es/vg1/searching.do

Voli

NO HAY RESULTADOS
NO HAY RESULTADOS

Parcheggiohttps://vejer.costasur.com/it/parcheggio-vejer.html

Parcheggio

Hai bisogno di noleggiare un auto? Costasur ti offre i migliori prezzi del mercato!

Cercare Aeroporto

Traghettohttps://vejer.costasur.com/it/ferry-vejer.html

Traghetto

Cerchi un traghetto?

Forza e coraggio!

https://vejer.costasur.com/it/vendita-biglietti-online.html

Ti proponiamo diverse opzioni per evitare di annoiarti, usa il nostro motore di ricerca attività e divertiti durante le tue vacanze!

Cercare attività

Parchi Naturali

Vejer de la Frontera è una località situata nella Comarca de La Janda, vicino sia a Cadice che alle campagne di Gibilterra.
La Costa della Luce nasconde parchi naturali di gran valore ecologico.

Sicuro che ti piacerebbe conoscere il parco naturale di la Brena e las Marismas di Barbate nei comuni di Vejer e Barbate.

Sulla costa atlantica della provincia di Cadice si trova il parco naturale di la Brena e Marismas di Barbate, uno dei tre spazi protetti nella regione Andalusia che comprende una zona marittima, diventa così un parco marittimo e terrestre. Comprende una superficie di 5077 ettari dei quali 3925 sono terrestri e 1152 marini. Si trova all'entrata dello stretto di Gibilterra de è un punto di appoggia per gli uccelli migratori nelle paludi di Barbate.

Gli ecosistemi più rappresentativi di questo spazio protetto sono i sistemi marino, scogliere, pinete, paludi e sistema di dune di piccola dimensione.

La superficie terrestre è formata da una scogliera sulla costa che raggiunge nelle zone più elevate i 100 metri sul livello del mare, dove si trova la torre del Tajo che offre viste spettacolari sulle azzurre acque dello stretto. In acqua e ai piedi della scarpata si apprezzano grandi blocchi che si sono staccati a causa dell'azione erosiva delle onde e piccole insenature dove si osservano depositi sabbiosi che sono coperti durante le alte maree.

La cima della scogliera è colonizzata da boschi di pino da pinoli, per le ripopolazioni avvenute durante il secolo scorso, e un sottobosco di cespugli mediterranei molto chiari per evitare incendi. Sul bordo della scogliera appaiono alcuni esemplari di pino e altri tipi di alberi insieme ad arbusti in forma di cuscinetto capaci di resistere la forza del vento. In questo habitat vivono anche molte specie di uccelli. Bisogna segnalare la presenza di una coppia di falchi pellegrini.

L'ambiente salmastro della parete della scogliera è dovuto alle goccioline d'acqua di mare che il vento alza e sbatte contro le rocce chiamato effetto spruzzo salino. Queste condizioni fisiche danno luogo a che si sviluppino specie vegetali tipiche delle paludi e adattate ad ambiente salmastri. Nelle zone più nascoste e protette si sviluppano fichi selvaggi e more.

Le pareti rocciose della scogliera sono utilizzati come luogo per covare da parte di diverse specie di uccelli. La colonia di gabbiani argentati è la più antica di tutte.

L'estensione marittima di questo parco corrisponde a un miglio marino lungo la costa, formata da fondi rocciosi dovuti ai blocchi caduti dalla scogliera che riposano su di un fondo sabbioso. Le comunità biologiche proprie di questo tipo di habitat sono molto influenzate dalle maree. Si osservano perfettamente diversi tipi di alghe, mentre che nella zona superiore e senza alghe appaiono molluschi come i bigari nani.

All'interno del parco non si registra nessun insediamento umano, il paese di Barbate è molto vicino nel confine est. Molto sviluppata è la raccolta delle pigne e dei pinoli visto che la maggior parte di questo spazio è ricoperto da questo tipo di pini.
C'è anche qualche allevamento ovino. Entrambe attività hanno un carattere marginale, visto che il porto commerciale e l'industria del sale assorbono la maggior parte della mano d'opera.

A meno di 30 minuti in macchina potrai goderti di alcuni tra i migliori parchi naturali dell'Andalusia. I 3 spazi naturali unici sono: parco naturale di los Alcornocales e Grazalema.

Ofertas

Filtrare le offerte

Altre destinazioni Costasur

Altre pagine dedicate a questa loclaità