GEOGRAFIA e STORIA Vejer de la Frontera

Alloggio

Alloggio

Destinazionehttps://vejer.costasur.com/it/index.html

Destinazione

Ti offriamo la piú completa guida turistica della tua destinazione, sei venuto nel posto giusto...

Autobushttps://vejer.costasur.com/it/orari-autobus.html

Autobus

NO HAY RESULTADOS
NO HAY RESULTADOS

Autohttps://vejer.costasur.com/it/autonoleggio.html

Auto

Dimostrato: noleggiare un'auto non é caro. Scopri quanto poco ti costerá spostarti a tuo piacimento durante le vacanze con Costasur.

Noleggiare

Trenihttp://trenes.rumbo.es/msr/route/searching.do

Treni

NO HAY RESULTADOS
NO HAY RESULTADOS

Volihttp://vuelos.rumbo.es/vg1/searching.do

Voli

NO HAY RESULTADOS
NO HAY RESULTADOS

Parcheggiohttps://vejer.costasur.com/it/parcheggio-vejer.html

Parcheggio

Hai bisogno di noleggiare un auto? Costasur ti offre i migliori prezzi del mercato!

Cercare Aeroporto

Traghettohttps://vejer.costasur.com/it/ferry-vejer.html

Traghetto

Cerchi un traghetto?

Forza e coraggio!

https://vejer.costasur.com/it/vendita-biglietti-online.html

Ti proponiamo diverse opzioni per evitare di annoiarti, usa il nostro motore di ricerca attività e divertiti durante le tue vacanze!

Cercare attività

Geografia & Storia

Vejer è stata occupata da diverse civiltà durante la sua storia come i fenici, i cartaginesi, i romani, arabi e cristiani, Ognuna di queste ha lasciato le sue impronte nel paese: il commercio e la pesca del tonno con la tecnica di La Almadraba dei fenici e le case in stile arabo e le stradine strette sempre degli arabi.

I fenici hanno iniziato la pesca del tonno basica per l'economia della zona e in concreto con la tecnica di pesca almadraba, molto caratteristica di questa zona. Hanno scelto questa zona perché per le barche era più facile uscire in mare attraverso i fiumi. Sia i fenici e sia i cartaginesi e i romani erano basici per difendere le fattorie dei tonni degli iberi dell'interno.

I romani montarono qui le loro fabbriche di garum e si dedicarono al loro sfruttamento e commercializzazione. Il garum era una salsa di pesce che si usava per condire tutti i pasti e in quei momenti era la base economica più forte, visto che c'erano abbastanza fabbriche in tutta la zona dell'Andalusia, soprattutto a Cadice. Anche dei romani sono rimasti molti resti archeologici di valore, come per esempio l'acquedotto che si trova in zona Santa Lucia.

I vandali sono stati anche loro a Vejer ma non per molto. Dopo arrivò una civiltà tra le più importanti passate per il paese: gli arabi che la trasformarono in una città ricca durante secoli e migliorarono le infrastrutture, sia delle case e sia dei castelli e strade. Hanno dato a queste la loro forma storta e stretta e le case nel loro aspetto esterno, semplici e bianche, ma con dei bei cortili interni. Hanno influenzato anche nelle tradizioni che il paese ha conservato durante molti secoli e un esempio chiaro sono i costumi tipici: il cobijado. Guarda che strano: in quell'epoca il mio paese si chiamava Vejer de la Miel per l'abbondanza di alveari e la gran quantità di miele prodotto.

Fernando III il santo conquistò la città nel 1250 ed è colui che ordinò costruire le mura della città. Il paese e il castello rimasero come frontiera, e vinsero contro i mussulmani per questo lo chiamarono il Santo; Guzman il bueno protesse Vejer dalla minaccia degli arabi e per questo il re gli diede il titolo di sindaco e proprietà della terra, per cui divenne il primo sindaco di Vejer.

Vejer divenne tempo dopo la principale difesa delle pescherie che i duchi di Medina Sidonia avevano a Zahara de los Atunes, El Palmar e Conil. Fino a metà del secolo XIX i pirati berberico assaltavano e rubavano agli abitanti, per questo divennero importanti le torri della costa come Buenavista e Torre de la Corredera, perché potevano proteggere e aiutare in caso di pericolo. Sulle coste della zona avvenne la battaglia di Trafalgar, dove le navi inglesi vinsero contro la squadra spagnola.

Nel secolo XX la sua economia inizia a risorgere, migliorano i collegamenti, si ripopola la zona e il turismo inizia ad essere presente, diventando una delle principali fonti di entrate economiche. Nel 1939 si separò Barbate de Vejer. Nel 1976 il paese è stato dichiarato insieme storico artisctico e premio nazionale di imbellimento di paesi nel 1978. Un premio meritato per sfoggiare in modo spettacolare lo stile arabo andaluso.

Ofertas

Filtrare le offerte

Caratteristiche

Altre destinazioni Costasur

Altre pagine dedicate a questa loclaità